SHARE

Fatto un passo avanti per contenere gli aumenti dei canoni irrigui per gli agricoltori e garantire l’erogazione dell’acqua. “In commissione Bilancio sono state approvate una serie di norme, alcune proposte ed altre sostenute dal PD, che danno risposte concrete ad una serie di problemi del mondo dell’agricoltura, del lavoro e della scuola”. Lo dicono il presidente del gruppo PD al’Ars Alice Anselmo, il vicepresidente Giovanni Panepinto, i parlamentari Mario Alloro, Giuseppe Lupo, Luca Sammartino, Nello Dipasquale, Giuseppe Arancio, Antonella Milazzo e Mariella Maggio, a proposito dell’esame del ddl sulle “variazioni di Bilancio bis”. Il testo, approvato in commissione Bilancio, dovrà adesso essere esaminato dall’Aula.

“Sono stati stanziati 3,7 milioni per contenere gli aumenti delle tariffe dei canoni irrigui e per consentire la prosecuzione dell’irrigazione nei consorzi di bonifica; 9 milioni per pagare i dipendenti delle ex province ; è stata approvata la norma che consente la proroga delle rate delle cooperative giovanili; sostegno ai Consorzi Fidi; proroga per la rendicontazione relativa ad alcune misure comunitarie; provvedimenti per le Terme di Sciacca e di Acireale; sostengo al Brass Group. Ci siamo battuti con successo, inoltre, per assicurare garanzie lavorative al personale di Sviluppo Italia. Si tratta di provvedimenti importanti – concludono i parlamentari regionali – che confermano l’impegno del PD rispetto a diverse categorie e diverse emergenze della Sicilia”.

SHARE