SHARE
Elisabetta Pozzi ad Eraclea Minoa in Cassandra, foto di Enzo Minio

Una superba Elisabetta Pozzi, in un articolato monologo, recita per oltre un’ora e interpreta il personaggio di Cassandra, nella prima rappresentazione della manifestazione “Teatri di Pietra” 2016, davanti al teatro greco di Eraclea Minoa. E’ un successo di pubblico che alla fine, in piedi, ha tributo una “standing ovation” di oltre 5 minuti che ha fatto commuovere l’attrice che ha curato la drammaturgia di “Cassandra o del tempo divorato”, con il contributo di Massimo Fini e con le musiche di Daniele D’Angelo.
Sono stati un lavoro e una recitazione intensa che esprimono la contemporaneità del mito attraverso la figura di Cassandra, l’eroina tragica destinata alla preveggenza e capace di vedere i cavalli di Troia che la società ha accolto condannandosi alla catastrofe, e di un’attrice, la Pozzi, che ha saputo tenere bene da sola il grande palcoscenico e perfino la platea che ha ascoltato in silenzio assoluto, tributando alla fine i meritati applausi.
Soddisfatto il sindaco Nicola Termine dell’apertura dell’edizione 2016, ideata e realizzata da Teatri di Pietra Sicilia, Estreusa e CapuAntica Festival, perché il decennale appuntamento con il teatro classico antico è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Comune di Cattolica Eraclea. Il secondo appuntamento della rassegna è in programma il 3 agosto quando il Teatro dei Due Mari porterà sul palcoscenico il “Miles Gloriosus” di Plauto, con la traduzione di Filippo Amoroso e con la regia di Alvaro Piccardi.

Enzo Minio

SHARE