SHARE

“Ci sono alcuni comuni siciliani che si lamentano di non poter conferire in discarica, e nonostante avessero denunciato la presenza di diverse tonnellate di rifiuti per le strade ne hanno portato una quantita’ pari a zero in discarica. Manderemo una nota per ricordare che la mancata raccolta configura un reato ambientale e faremo verifiche”. Lo afferma il governatore della Sicilia Rosario Crocetta, parlando dell’emergenza rifiuti nell’isola. “In presenza di provvedimenti urgenti per i comuni che non conferiscono in discarica sebbene siano autorizzati a farlo, si configura un reato ambientale”, osserva il governatore che riferendosi alla situazione emergenziale dei giorni scorsi nel palermitano dice: “A Carini e Partinico non ci sono piu’ rifiuti per le strade. La situazione e’ rientrata anche nella Sicilia orientale – prosegue Crocetta secondo quanto riferisce l’Ansa – salvo qualche problema dovuto a ritardi. Stiamo definendo un piano per Agrigento, mentre per la questione della discarica di Bellolampo siamo stati costretti a dirottare i rifiuti di alcuni comuni a Melilli”.

Intanto, dal primo agosto riaprirà la discarica di contrada Matarana tra Siculiana e Montallegro. Probabilmente verranno illustrate dal gruppo Catanzaro le novità introdotte per mettere a norma l’impianto. L’amministrazione comunale di Montallegro, guidata dal sindaco Pietro Baglio,  aveva manifestato in sede di conferenza dei servizi la propria contrarietà alla riapertura della discarica.