SHARE

“Ancora una volta il mio nome associato alle pallottole”. Lo ha detto il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci dopo l’intimidazione a Maria Grazia Brandara, commissaria Irsap. Una busta, con due cartucce di fucile, è stata infatti recapitata negli uffici dell’Asi di Agrigento, diretta al commissario straordinario dell’Irsap nonché ex sindaco di Naro (Agrigento) Maria Grazia Brandara. Nella busta vi era il messaggio: “Maria Grazia Brandara come Antoci”. Numerosi gli attestati di solidarietà giunti in queste ore alla Brandara, che ha prontamente denunciato l’accaduto. Giuseppe Antoci, nel manifestare la propria “solidarietà ed il proprio appoggio” a Maria Grazia Brandara commenta “il gesto ignobile come l’ennesimo tentativo di fermare l’azione di legalità e di sviluppo che si sta portando avanti”. ”Aver fatto saltare interessi ed equilibri economici e politici – ha proseguito Antoci – ha fatto impazzire di rabbia tanti personaggi. Le minacce non ci fermeranno, anzi rafforzeranno l’impegno a tutela della legalità, per la nostra Terra e per i nostri figli”.