Mafia, funerali vietati per il boss Nino Bartolotta nell’Agrigentino

E’ stato già tumulato nella tomba di famiglia Antonino Bartolotta, 90 anni, di Castrofilippo, nll’Agrigentino, ritenuto con sentenze passate in giudicato il boss del piccolo centro agricolo. L’uomo si è spento nella sua casa dove si trovava da qualche tempo agli arresti domiciliari per le sue gravi condizioni di salute dovendo scontare una condanna definitiva a 16 anni di carcere inflittagli nel processo “Family” scaturito dall’omonima operazioni in cui venne arrestato anche l’allora sindaco di Castrofilippo, Salvatore Ippolito. I funerali pubblici di Bartolotta, secondo quanto riferisce l’Ansa, sono stati vietati dal questore di Agrigento Mario Finocchiaro che ha autorizzato solo il trasferimento e la tumulazione privata presso il cimitero di Castrofilippo dopo la benedizione della salma.