SHARE

Verrà sospeso a tempo indeterminato a partire da domani il servizio di raccolta dei rifiuti. La Vigata del Commissario Montalbano rischia di nuovo di essere sommersa dalla spazzatura a meno di 48 ore dalle bonifiche delle discariche abusive accumulate in città in questi giorni di emergenza generale in tutta la Sicilia. Si fermeranno per sollecitare il pagamento degli stipendi arretrati gli operatori ecologici dell’associazione temporanea di imprese con la Icos capofila che opera insieme a Ise da ed Ecoin; saranno garantiti esclusivamente i servizi essenziali. Al sindaco Ida Carmina, del Movimento 5 stelle, eletta da poco più di un mese, era stato lanciato un “ultimatum”: “Pagamento entro sabato 30 luglio o sospensione del servizio da lunedì 1 agosto”. L’amministratore delegato di Icos, Giuseppe Gaglio, ha spiegato che l’associazione di imprese non riesce ulteriormente a far fronte con proprie risorse alle spese necessarie per il servizio, prima fra tutte quella per il pagamento del personale che ora attende gli stipendi di maggio, giugno e luglio. L’ultimatum è scaduto ieri, il primo cittadino si è dato da fare ma non è riuscito a trovare le risorse. “Abbiamo in cassa 90mila euro, per pagare la terza rata ne servono 170mila, ma ho già pagato due rate 340mila euro per gli stipendi. Non capisco adesso la decisione dei lavoratori e delle ditte, anche questo – ha detto il sindaco – non so in quale strategia rientri. Aspettavano i pagamenti da novembre, mi sono insediata concretamente il 28 giugno e ho subito pagato le prime due rate. Chiedo un po’ di pazienza, è giusto pagare, capisco le difficoltà, mi immedesimo nel disagio dei lavoratori e delle loro famiglie, ma ereditiamo una situazione difficile, stiamo fronteggiando l’emergenza, abbiamo già affidato il servizio per la differenziata porta a porta. Mi sono già messa in contatto con la Regione, ho avuto rassicurazioni su un’anticipazione di cassa – ha spiegato – per poter pagare cassa nei prossimi giorni la rata del servizio di raccolta rifiuti”.

SHARE