SHARE

“Da oggi per effetto dell’attivita’ che abbiamo svolto nel mese di luglio, come gia’ precedentemente annunciato, non esistono limiti ai conferimenti nelle discariche siciliane”. Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. “I comuni possono concordare direttamente con le discariche i quantitativi giornalieri e, nel caso di arretrato giacente per le vie cittadine, possono fare i piani straordinari di conferimento – prosegue – Non esiste alibi per nessuno e sinceramente trovo assurdo che ancora si continui a parlare di crisi dei rifiuti in Sicilia, quando i problemi possono essere collegabili solo ad alcune sparute realta’ locali”. Il governatore ricorda che “stiamo continuando a lavorare per implementare l’impiantistica su Enna, Castelvetrano e Sciacca che consentira’, in una quindicina di giorni, di migliorare ulteriormente la situazione per avere margini sufficienti, nel caso di crisi di qualche impianto. Siamo riusciti in un compito che tutti ci dicevano non avremmo superato”. “Trovo immorale – conclude – salvo in caso di emergenza, che noi scarichiamo su altre regioni i nostri problemi. Sono i siciliani che devono affrontare la questione dei rifiuti in Sicilia. Trovo assurdo che ci sia stato un movimento politico in Sicilia, mi riferisco al Movimento 5 stelle, che ha scelto la solidarieta’ di partito rispetto a quella solidarieta’ che avrebbe dovuto avere nei confronti della Sicilia. Credo che i cittadini se lo ricorderanno. Da oggi si cambia registro, la Regione da’ a tutti la possibilita’ di conferire in modo sufficiente”. (ANSA).