SHARE

A partire dallo scorso 1 agosto, e fino al prossimo 31 ottobre, due operatori S.E.U.S. integreranno l’organico degli autisti in servizio presso il presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II” di Sciacca. Le due nuove unità affiancheranno il personale dipendente contribuendo a garantire il servizio di trasporto regionale per la banca del cordone ombelicale di Sciacca e quello dei pazienti verso l’ospedale di Agrigento. L’integrazione, frutto di una convenzione fra l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento e la S.E.U.S., ossia la società consortile “Sicilia Emergenza-Urgenza Sanitaria” che si occupa del trasporto 118 per tutto il territorio regionale, ha anche il positivo effetto di decongestionare i turni del personale attualmente in servizio consentendo allo stesso personale di poter fruire di un meritato periodo di ferie. Il provvedimento appannaggio del servizio ospedaliero saccense è stato richiesto ed ottenuto dal direttore generale Asp, Salvatore Lucio Ficarra, nelle more che vengano definite le nuove assunzioni presso gli enti del Servizio sanitario regionale.

SHARE