SHARE

Una notte all’insegna del buon vino sotto un cielo stellato. Ritorna, dopo il successo dell’anno scorso, ‘Calici di Stelle’, l’evento dell’estate promosso dal Movimento del Turismo del vino e dall’associazione dei comuni vitivinicoli italiani. E per chi sarà in Sicilia dal 9 al 10 agosto le alternative saranno davvero tante. Spettacoli, degustazioni e arte in percorsi multisensoriali che toccheranno diverse città da un capo all’altro dell’Isola. Con un occhio alla sicurezza, però. Quest’anno, infatti, sarà rafforzata la sorveglianza nelle piazze e nei siti individuati dalle oltre 140 Città del vino in tutta Italia, che si preparano ad accogliere oltre un milione di enoturisti.

“Anche in Sicilia ci attendiamo una partecipazione molto numerosa” dice Calogero Impastato, coordinatore regionale delle Città del vino, per il quale “una festa così importante è una grande prova di forza del turismo del vino. Un fenomeno che non è una sagra del mangiare e bere, ma un volano di sviluppo economico per tanti territori minori, che magari soffrono la marginalità geografica rispetto ai grandi centri, ma il cui potenziale può apportare un incremento di ricchezza all’Italia intera”. Quattro in Sicilia le Città del vino coinvolte: Castiglione di Sicilia e Zafferana Etnea nel Catanese, Sambuca di Sicilia in provincia di Agrigento e Pachino nel Siracusano.

A Castiglione di Sicilia protagoniste saranno le stelle e i vini etnei che potranno essere degustati al Castello di Lauria e nel borgo antico. Serata di ‘Emozioni e Sapori dell’Etna’, invece, a Zafferana Etnea dove tra i vari banchi d’assaggio sistemati lungo il centro storico e nel parco comunale sarà possibile deliziare il palato con prodotti locali, come formaggi, miele, dolci e pizza siciliana. A Pachino si brinderà all’antico palmento di Rudini a Marzamemi, dove gli ospiti potranno intrattenersi tra show cooking, dibattiti e degustazioni di oltre 70 etichette di vini. Infine, a Sambuca di Sicilia brindisi speciale, in centro storico e al Terrazzo Belvedere, alla terza vittoria di un comune siciliano nella competizione ‘Il Borgo dei Borghi’, promossa da ‘Alle falde del Kilimangiaro’, la trasmissione di Rai 3 condotta da Camilla Raznovich. Ma protagoniste sotto le stelle non saranno solo le città del vino. Tanti gli appuntamenti in programma anche nelle cantine. A 100 chilometri da Palermo, alle porte di Castelbuono, immersa nella natura l’Abbazia Santa Anastasia aprirà le sue porte per una serata all’insegna del buon vino e della cucina del territorio.

Dalla vigna alla bottiglia. A partire dalle 21 sarà possibile fare una visita guidata nella cantina e scoprire i processi di produzione biologici e biodinamici del VINO. E per deliziare il palato, dalle 20.30 gli chef Antonio Bonadonna e Fabio Potenzano, protagonista dello spazio dedicato alla cucina all’interno del programma di Rai2 ‘Detto Fatto’, offriranno ai loro ospiti una cena a quattro mani. Un menù del territorio con quattro portate abbinate ai vini dell’azienda: i sapori del mare di Cefalù incontreranno quelli delle dolci colline e dei monti madoniti. E dopo un viaggio tra vitigni autoctoni e internazionali tutti in pista a bordo piscina, per ballare sulla terrazza panoramica a picco sul mare.

Da Palermo a Trapani. Qui Firriato aprirà le porte di Baglio Sorìa Wine Resort, un vero e proprio angolo di paradiso della campagna siciliana. La serata si aprirà alle 20.30 nel vigneto di Nero d’avola della tenuta con una visita guidata tra i filari per scoprire i punti di forza della filosofia produttiva dell’azienda. Spazio poi al percorso eno-sensoriale proposto all’interno della corte centrale del baglio, dove tra le diverse postazioni si potranno scoprire le peculiarità delle 32 etichette dell’universo Firriato, in un vero e proprio viaggio tra i terroir dell’azienda. Infine, appuntamento al Belvedere di Baglio Sorìa per lo spettacolo del fuoco e i giochi pirotecnici. Tutti con il naso all’insù a caccia di stelle cadenti.

SHARE