SHARE

“Voglio ringraziare i ragazzi delle associazioni, la comunità ecclesiale, l’Azione Cattolica, gli Scout e gli animatori del Grest, la Parrocchia della Chiesa del Carmelo per averci ospitato sul palco in occasione dell’omonima festa, gli esercenti commerciali che ci hanno concesso di intervenire durante i loro spettacoli, i nostri dipendenti comunali che stanno consegnando nelle case il materiale informativo e i codici a barre per la raccolta differenziata, i cittadini che nelle piazze, su Facebook, si appassionano a diffondere la cultura della differenziazione dei rifiuti”. Lo scrive in una nota il sindaco di Racalmuto Emilio Messana, ch aggiunge: “È una scelta etica, si protegge l’ambiente e si avvia una profonda riflessione sui nostri consumi, ed economica, la gestione del servizio di nettezza urbana costa di meno. Questo mondo si mobilita perché ha un profondo senso civico, consapevolezza del proprio ruolo sociale. Sono volontari che si nutrono della voglia di cambiare la società. Impiegati comunali, che consegnano il materiale e forniscono ai cittadini le informazioni necessarie e strategiche per un migliore avvio del servizio. A tutti loro va certamente il ringraziamento della comunità racalmutese. Non di tutta, però. Per la minoranza consiliare della Lista Borsellino sono dei “moralisti’.
Moralista: chi è portato a giudicare cose e persone solo da un punto di vista morale e con eccessiva intransigenza. Che c’azzecca con i racalmutesi impegnati a diffondere la cultura della differenziazione dei rifiuti? Niente. La minoranza se ritiene di attaccare, criticare il Sindaco, faccia pure, ma abbia rispetto per quanti, impiegati comunali occupati quotidianamente a girare per il paese e volontari animati da tensione civile, fanno il loro dovere di onesti ed impegnati cittadini”, conclude il sindaco..