SHARE

Per il giorno di Ferragosto il Corpo forestale dello Stato ha intensificato i servizi di vigilanza e presidio del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini, con oltre 50 forestali impegnati in concomitanza con il picco delle presenze di turisti ed escursionisti, in montagna, sulla costa e nelle aree protette, tra cui il Parco nazionale dei Monti Sibillini e il Parco regionale del Conero, che vedono in questo periodo il picco massimo di afflusso. Nel Conero, l’attenzione e’ concentrata sui sentieri molto frequentati dai turisti anche per raggiungere le spiagge. Attenzione anche alla sosta selvaggia dei veicoli, che possono impedire l’accesso alle piste forestali o agli idranti da utilizzare in caso di incendio. Nel Parco nazionale dei Sibillini sono impegnate oggi 8 pattuglie, concentrate in particolare sulla vigilanza nei punti piu’ sensibili: la valle del lago di Pilato e il Piano della Gardosa in Comune di Montemonaco, la valle dell’Infernaccio in Comune di Montefortino, il lago di Fiastra, il Monte Bove in Comune di Ussita, i Piani di Castelluccio. Il controllo e’ rivolto al corretto svolgimento delle attivita’ turistiche ed escursionistiche, particolarmente intense in questo periodo, che potrebbero arrecare danni all’ambiente e disturbo alla fauna selvatica, con particolare riguardo al camoscio appenninico, introdotto recentemente nella valle del Monte Bove. (ANSA)

SHARE