SHARE

Ci sono due giorni di tempo, a partire da oggi, per evitare una nuova emergenza igienico sanitaria a Porto Empedocle. Sabato prossimo infatti, scadono i termini con cui, attraverso un’ordinanza sindacale, si imponeva alle ditte del raggruppamento temporaneo di Imprese, Icos, Ecoin ed Iseda, di riprendere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, previo mantenimento degli impegni presi davanti al prefetto Nicola Diomede di effettuare i pagamenti delle fatture arretrate e di riprendere a dar seguito al piano di rientro dai debiti nei confronti delle aziende stesse. Ieri mattina, sono state proprie le aziende – racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – a scrivere al sindaco Ida Carmina e allo stesso prefetto per annunciare che, se entro sabato non saranno saldati i debiti, come da impegni sottoscritti, il servizio sarà nuovamente sospeso a tempo indeterminato.

SHARE