SHARE

A dieci proprietari di barche e gommoni sorpresi a sostare/navigare sotto costa – prevalentemente in località Giallonardo e nello specchio acqueo prospiciente la Riserva di Torre Salsa – in violazione di quanto previsto dall’articolo 1 dell’Ordinanza balneare n. 19 del 17/06/2014 della Capitaneria di porto di Porto Empedocle, sono stati contestati dalla Guardia costiera altrettanti processi verbali di accertamento e contestazione di violazione amministrativa punita dall’articolo 53 del Decreto Legislativo n. 171/2005 (Codice del diporto nautico) con il pagamento di una somma da € 207 a € 1.033 (la sanzione è ridotta alla metà se il fatto è commesso con l’impiego di un natante da diporto). Con l’occasione, la Guardia costiera ricorda che i vincoli relativi ai limiti di navigazione in prossimità dalla costa vigono per l’intero periodo della stagione balneare.

SHARE