SHARE

“L’hotspot di Lampedusa è invivibile, questa non è accoglienza. C’è una condizione di emergenza. I migranti vanno trasferiti immediatamente in altri centri, anche usando navi militari”. E’ l’allarme lanciato dalla sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, dopo l’arrivo di altri 1.200 migranti sull’isola che si aggiungono alle oltre 300 persone già nella struttura di contrada Imbriacola. Una situazione di grave emergenza, considerato l’incendio scoppiato pochi giorni fa che ha reso inagibile un padiglione di oltre 140 posti letto. “Oggi partiranno 140 migranti – dice Giusy Nicolini all’Adnkronos – e domani ne dovrebbero partire altri 400 ma resta una condizione molto difficile perché dopo l’incendio il centro è nuovamente sottodimensionato”. Il sindaco Nicolini chiede quindi “l’immediato trasferimento dei profughi” e dice: “Anche con navi militari, e si dia priorità alle famiglie con donne e bambini piccoli”.