SHARE

La stagione della caccia, nell’Agrigentino, si è aperta con la scoperta di due episodi di bracconaggio e la denuncia a piede libero, per la medesima ipotesi di reato, di otto persone. Tre di queste sono di Cammarata, le altre cinque di Canicattì. Ma i canicattinesi sarebbero stati sorpresi dai carabinieri, intenti nella caccia al coniglio malgrado questo tipo di attività non sia ancora consentita, nel vicino territorio nisseno, nelle campagne di Mariano poli. Altri bracconieri sono finiti nella rete dei Carabinieri di Cammarata, sempre mentre esercitavano abusivamente la caccia al coniglio in un periodo non ancora consentito dal regolamento regionale, in contrada Gallinica.

SHARE