SHARE

“Non ci sono discariche disponibili”. Si è arenata ieri con questa comunicazione ufficiale del direttore del dipartimento rifiuti al prefetto di Agrigento, come riporta il Giornale di Sicilia, una giornata convulsa a conclusione di una settimana di attesa. In mattinata, 19 sindaci agrigentini, hanno protestato contro il silenzio che per cinque giorni ha contraddistinto il loro rapporto con il dipartimento regionale ai rifiuti e che ha fatto precipitare i loro comuni in crisi igienico sanitaria.

La discarica di Siculiana, chiusa ormai dall’1 settembre, infatti, non aveva avuto come logica conseguenza, la pubblicazione di un piano di conferimento temporaneo che consentisse a questi 19 comuni di avere un impianto dove andare a scaricare. Il risultato è stato, com’è ovvio, che per tutti questi giorni, la spazzatura si è accumulata nei cassonetti e agli angoli delle strade. E’ di nuovo emergenza.

SHARE