SHARE

“Mettiamo in ruolo centomila insegnanti, una cosa che non era mai accaduta prima, centomila persone a cui lo Stato aveva detto ‘ti do un incarico e poi se ne era fregato’, centomila persone prese in giro dallo Stato. Noi li abbiamo presi e portati nelle scuole”. Lo ha detto il premier e segretario del Pd, Matteo Renzi, chiudendo la festa dell’Unità di Catania. “Non era facile – ha aggiunto il presidente del Consiglio secondo quanto riporta LaPresse – alcuni hanno dovuto lasciare la loro regione perché come diceva Don Milani il bene della scuola non è quello dei professori, ma dei ragazzi”.

SHARE