SHARE

Malumori e polemiche tra gli attivisti del Movimento 5 stelle dopo la pubblicazione sul web della foto “istituzionale” dei sindaci agrigentini – tra cui anche le due sindache grilline di Porto Empedocle e Favara Ida Carmina e Anna Alba – insieme al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al presidente della Regione Rosario Crocetta davanti il tempio della Concordia ad Agrigento dopo la firma del Patto per la Sicilia.
“Scusate ma io non capisco più un ca@@o”, ha scritto l’attivista del M5s Marcello La Scala, ex consigliere comunale di Agrigento, condividendo la foto “incriminata” su Facebook. “Tutti insieme appassionatamente… e non è solo il titolo di un vecchio film, purtroppo!”, ha commentato Giovanna C.. “Quaquaraquà”, ha aggiunto Giancarlo G. e poi via di questo passo.

Ida Carmina, M5s, sindaco di Porto Empedocle
Ida Carmina, M5s, sindaco di Porto Empedocle

Tanto che il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, si è sentita quasi in dovere di chiarire in un post su Facebook: “Quella – ha spiegato il primo cittadino empedoclino – è una foto che è stato richiesto ai sindaci di fare a livello istituzionale dal cerimoniale. Bisogna distinguere l’appartenenza ad un movimento dagli obblighi istituzionali che derivano dal rappresentare una comunità intera di cittadini ed i loro bisogni. Erano stati convocati dal Prefetto tutti i sindaci della provincia. Così – ha aggiunto – la mia posizione è e rimane quella originaria, come ho avuto modo di rivendicare orgogliosamente quando mi hanno presentato come sindaco di Porto Empedocle. Ho detto subito Io sono del M5S. Ma nonostante il mio dissenso politico responsabilmente rappresento una comunità di persone che è obbligata a dialogare con le istituzioni. Porto Empedocle vive un momento di gravissima crisi. Attendiamo risposte e lì c’erano i rappresentanti delle istituzioni che devono darle al popolo empedoclino. E ti assicuro che non è facile”.