SHARE

Si aprono le porte delle scuole italiane, le cui campanelle oggi hanno suonato per quasi otto milioni di studenti degli istituti statali e oltre 939 mila di quelli paritari. Puntuali gli auguri, in un post su Facebook, del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. “Stamattina milioni di studenti celebrano il rito del primo giorno di scuola. Con quel carico di aspettative e anche di preoccupazioni che il ritorno tra i banchi porta con se’. Ai nostri ragazzi, alle loro famiglie, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola faccio i miei migliori auguri. Sara’ un anno di sfide importanti e grandi responsabilita'”, ha scritto il ministro. Responsabilita’ che – ha proseguito – potranno essere affrontate “con molti strumenti in piu’ rispetto al passato, per fare della scuola il vero motore del cambiamento”, trasformarla in “uno spazio da abitare non solo durante l’orario delle lezioni”, che sia “al centro di ogni comunita’, aperta alle realta’ che la circondano, alle famiglie, al territorio”. Il numero esatto degli studenti delle scuole statali italiane per quest’anno e’ di 7.816.408. Le classi, distribuite nelle 8.281 istituzioni scolastiche sul territorio, sono 370.597. Nello specifico, gli alunni delle scuole dell’infanzia sono 978.081, quelli della primaria 2.572.969. Sono invece 1.638.684 i ragazzi della scuola secondaria di primo grado e 2.626.674 quelli della secondaria di secondo grado; 224.509 gli alunni diversamente abili. Fra le regioni con il maggior numero di alunni iscritti la Lombardia, con 1.190.393, seguita da Campania (909.010), Sicilia (754.438) e Lazio (737.940). (ANSA)

SHARE