SHARE

E’ stata riaperta nella tarda serata di ieri la Strada Provinciale n. 20 Stazione Acquaviva-Casteltermini, chiusa al traffico nel pomeriggio in seguito ad un violento nubifragio che ha provocato la caduta di fango e detriti in diversi punti della carreggiata, rendendo il passaggio delle auto molto pericoloso. L’interruzione è durata poche ore e l’intervento tempestivo del personale stradale del Libero Consorzio ha evitato possibili incidenti. Il Settore Infrastrutture Stradali raccomanda in ogni caso la massima prudenza a quanti dovessero percorrere la SP 20 a causa della presenza a bordo della carreggiata dei residui di fanghiglia rimossi dai mezzi meccanici e dell’asfalto ancora viscido in più punti.
Situazione critica anche sulla SP n. 14 Racalmuto-Montedoro, sulla quale ieri sono dovuti intervenire Vigili del Fuoco e Protezione Civile per liberare la strada interrotta dalla presenza di fango. La SP 14 è chiusa al traffico da diverso tempo a causa di alcune frane, ma è consentito il passaggio ai proprietari di fondi e abitazioni presenti lungo il tracciato, e che ieri, in seguito al nubifragio, si sono trovati in difficoltà, rimanendo bloccati. Anche in questo caso si raccomanda estrema cautela nell’affrontare gli spostamenti, effettuandoli solo in caso di reale necessità.
La difficile situazione economica del Libero consorzio potrebbe portare, con l’inizio della stagione autunnale, alla chiusura di diverse strade strategiche nel collegamento tra i paesi dell’entroterra a causa della mancanza di fondi per la manutenzione dei mezzi di intervento. Il personale tecnico del Settore Infrastrutture Stradali in ogni caso sta monitorando con la massima attenzione tutte le situazioni critiche in modo da intervenire tempestivamente in caso di necessità.

SHARE