SHARE

“Avviare un nuovo percorso che riveda una legge ormai troppo desueta, potenziare le risorse esistenti andando incontro alle esigenze e alle insufficienze di un territorio che rischia di essere indebolito e mortificato”. Lo dicono in una nota congiunta le deputate all’Assemblea regionale, Margherita La Rocca Ruvolo (Udc) e Concetta Raia (PD) a margine di un incontro tenutosi questa mattina nella Sala Pio La Torre dell’Assemblea regionale. Insieme alle due deputate, il presidente Giovanni Ardizzone, sindaci e rappresentanti del circuito delle città termali di Alì Terme, Sclafani Bagni, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Montevago, Sciacca, Geraci e Terme Vigliatore.

“Lavoreremo insieme agli amministratori locali affinchè prima della fine di questa legislatura – proseguono le due deputate – si riesca a regolare il settore termale siciliano. Riteniamo sia opportuno, visto lo stato delle cose, affidare la gestione dei circuiti termali a privati che possano ridare alla Sicilia la dignità che merita”.