SHARE

E’ stato respinto dal Tar di Palermo il ricorso dell’Italkali contro il Comune di Realmonte relativo alla proposta di realizzazione dell’impianto di Kainite in contrada San Martino.
“Come si suol dire: abbiamo vinto la causa”, ha scritto su Facebook il sindaco Lillo Zicari comunicando ai cittadini la decisione del Tar con sentenza n. 2183: “Spetta esclusivamente al Comune se e dove le opera finalizzate allo sfruttamento del sottosuolo possono essere realizzate e non esiste alcun obbligo dello stesso di riprodurre nel proprio strumento urbanistico generale il perimetro della perimetrazione mineraria”.
“In definitiva il Tar – ha spiegato il sindaco Zicari – ha stabilito che spetta al Comune decidere in merito alla destinazione urbanistica del proprio territorio, anche con riferimento agli impianti industriali per la lavorazione e la trasformazione dei materiali estratti dall’Italkali. Un principio sin troppo ovvio che, però, qualcuno, aveva fortemente messo in discussione. Siamo soddisfatti per l’esito del ricorso e confidiamo in un futuro migliore”.

SHARE