SHARE

“Il progetto di Rigenerazione del Quartiere Casale continua anche senza il sostegno dell’Amministrazione Comunale”. Lo scrive in un comunicato il presidente dell’associazione Alt, Stefano Siracusa illustrando i risultati delle ultime attività svolte a Siculiana e i progetti futuri.

“La Rigenerazione del Quartiere Casale. Lo sviluppo urbano nel mondo della contemporaneità dipende dalla capacità di reinventare l’uso degli spazi mettendo in relazione interessi e opportunità di diversa natura, ovvero una stretta sinergia tra obiettivi pubblici, obiettivi privati, risorse sociali, opportunità di sviluppo locale e progresso civico e culturale.
Di fronte al costante mutamento sociale, culturale ed economico, gli spazi urbani sono chiamati a reinventarsi: gli spazi non più utilizzati, i quartieri abbandonati e i centri storici si offrono come opportunità funzionali allo sviluppo del territorio attivando nuove sinergie tra pubblico, privato e sociale.
Per questi motivi il #MeTe Museo della Memoria e del Territorio si configura come soggetto promotore e attrattore di interessi sociali e culturali sia privati che pubblici.
Pertanto, nell’ambito delle attività dei Campi Estivi Siculiana, il Museo ha proposto a partire dal 2015 un progetto di Rigenerazione del Quartiere Casale: una serie di attività miranti la valorizzazione del quartiere più antico di Siculiana seguendo la logica della sostenibilità, dell’inventiva e della rielaborazione consapevole della tradizione locale. Lo scopo è quello di attivare una serie di iniziative volte al miglioramento estetico del quartiere con annesse attività culturali come mostre, esposizioni e percorsi storici: un modo per rendere vivo il quartiere e per ripensare in chiave moderna l’identità locale secondo la logica di un Museo Diffuso che rielabora continuamente lo spazio vissuto.

casalxLe Attività fin qui svolte. Il progetto che avrà una durata di medio-lungo periodo negli anni, si svolgerà grazie all’attività dei volontari dei Campi Estivi Siculiana, coadiuvati da artisti e tutor volontari.  Nel 2015 si sono svolte diverse attività, con il contributo del Comune di Siculiana, come la tinteggiatura delle facciate di alcuni dammusi, la verniciatura di portoni, la realizzazione di decori e installazioni artistiche lungo la via Picarella e la via Santalucia, la realizzazione di una Gradinata-mosaico e la creazione di un piccolo orto urbano.
Nel 2016 Sono state realizzate, senza fondi pubblici, dai volontari dei Campi Estivi, dei decori artistici in legno recanti termini di origine araba ancora in uso ( da alcuni anziani ) nel dialetto locale. Le installazioni hanno  quindi come tema principale ” le sopravvivenze arabe all’interno del dialetto di Siculiana “. Inoltre l’artista Rosaria Costa ha realizzato un’installazione con la tecnica del punto-croce riproducenti motivi arabi, recuperando un angolo in completo stato di abbndono. L’inserimento delle installazioni lungo le vie del Casale ha l’obiettivo di stimolare il ricordo collettivo nonché quello di educare le nuove generazioni alla conoscenza del proprio dialetto.
L’attività di Rigenerazione Urbana prevede anche l’organizzazione di eventi culturali in grado di valorizzare le vie del Quartiere, ripopolando quei vicoli arabeggianti fino a poco tempo fa abbandonati a se stessi. Il Quartiere Casale ad oggi rappresenta un centro culturale e artistico molto importante, meta di artisti, turisti e volontari provenienti da tutta Europa. Il Museo #MeTe si configura così come un polo di attrazione dove rielaborare continuamente l’identità locale in una nuova ottica contemporanea.

Senza Fondi Pubblici. casalesL’attività portata avanti dal Museo nell’anno 2016 è stata finanziata dall’ALT Associazione Leisure and Tourisme e nonostante la richiesta presentata presso il Comune di Siculiana in data 14/06/2016 , l’Associazione non ha ricevuto nessuna risposta ufficiale negandole di fatto anche il minimo contributo. Anche senza fondi pubblici l’associazione ha continuato nell’anno 2016 l’attività di Rigenerazione Urbana organizzando, tra l’altro, un ricco calendario di eventi culturali. L’associazione garantisce inoltre il costante ampliamento delle collezioni disponibili per il pubblico, rendendo possibile la fruizione delle sale museali tutto l’anno. L’attività del Museo ( Ricerca, Catalogo, Conservazione, Allestimento, Fruizione, Manutenzione e Informazione turistica) viene svolta grazie al lavoro volontario e gratuito dei propri associati e senza alcun finanziamento pubblico.

L’Amministrazione Comunale per l’organizzazione degli eventi culturali di “Siculiana Estate 2016″ ha speso circa 35.000 euro finanziando di fatto tantissime associazioni culturali decidendo, per motivi ancora non conosciuti, di non finanziare nessuna attività culturale presso il Museo #MeTe. Per evitare strumentalizzazioni politiche, l’associazione in data 23/9/2016 ha deciso di scrivere al Consiglio Comunale chiedendo esplicitamente la stipula di una convenzione triennale col fine di sostenere a costi bassissimi un progetto che mira a valorizzare il centro storico del paese garantendo sia l’apertura annuale del Museo con la possibilità di progetti didattici rivolti alle scuole del paese, sia la prosecuzione delle attività di pulizia e abbellimento del centro storico”.

 

SHARE