SHARE

Sono pronto a bloccare tutto con ogni mezzo, difendero’ a tutti i costi la dignita’ dei cittadini e anche il nostro territorio che e’ di una bellezza senza fine”. Renato Accorinti, sindaco di Messina, attivista pacifista, con addosso una delle sue magliette “Free Tibet”, parlando con l’Agi conferma il “no” alla realizzazione di un ponte sullo Stretto di Messina, chiarendo che il territorio ha bisogno di altre opere. “Il ponte sullo stretto di Messina non e’ una follia, e’ di piu’ – afferma Accorinti – e’ una cosa che colpisce la dignita’ di molti cittadini del sud. Il ponte e’ un’opera inutile, devastante costosissima che non serve a niente, immessa in un cimitero dei trasporti, un deserto trasportistico tra la Sicilia e la Calabria, ma di cosa dobbiamo parlare? Abbiamo bisogno di altro, l’elenco e’ lungo, in tema di trasporti ci interessano le ferrovie che sono inesistenti, sono a binario unico, a gasolio, penso ad un turista che arriva a Catania, scende dall’aereo e deve andare a Trapani arriva dopo un giorno, noi andiamo negli Stati Uniti e torniamo nel frattempo”. (AGI)