SHARE

Ha fatto tappa ad Agrigento ieri il tour #bastaunsì che in queste settimane sta portando il Sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone in giro in tutte le province siciliane per discutere della riforma costituzionale sulla quale i cittadini esprimeranno la propria opinione il prossimo 4 dicembre. Dopo il primo incontro ieri a Caltanissetta, Faraone ha incontrato nella sede provinciale del Partito democratico agrigentino amministratori, militanti e dirigenti del Pd pronti a dare il proprio contributo alla vittoria del “Sì” al referendum costituzionale. “La vittoria del sì il 4 dicembre – ha detto Faraone – è prioritaria rispetto a tutti gli altri temi in agenda politica in questo momento. E lo è perché è da questo referendum che passa il cambiamento del nostro Paese. Se non vogliamo continuare a condannare l’Italia a un’ingovernabilità che l’ha costretta a decenni di stagnazione, diamoci da fare perché la nostra Costituzione cambi in linea con le sfide del presente e del futuro”.

In mattinata il Sottosegretario ha anche visitato le scuole dei territori di Canicattì e Licata, confrontandosi con la comunità scolastica e gli amministratori locali per intervenire su determinate criticità e raccogliere testimonianze sulle buone pratiche degli istituti, con un’attenzione particolare all’edilizia scolastica. “I governi precedenti hanno trascurato l’edilizia scolastica con il risultato di crolli e tragedie, edifici non a norma che non reggono ai terremoti”, ha detto durante la visita del cantiere di ristrutturazione della scuola dell’infanzia di Licata, finanziato con 450.000 euro di fondi #mutuibei. “Questo governo ha invertito la rotta, investendo una cifra mai vista: 7, 4 miliardi di euro. È un’emergenza che abbiamo ereditato ma che stiamo affrontando con risorse economiche enormi. Siamo ottimisti, cambieremo verso”.