SHARE

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto la condanna a sette anni e mezzo per Angelo Balsamo, l’ex sindaco di Licata, accusato di corruzione in atti giudiziari e calunnia. Secondo l’accusa Balsamo, che si era dimesso da sindaco, avrebbe ”truccato” un incidente stradale “per fare ottenere un risarcimento ad una persona cui non spettava”. La pubblica accusa in aula è rappresenta dal pm Salvatore Vella, che ha coordinato le indagini sulla vicenda condotte dal commissariato di polizia di Palma, e da Ignazio Fonzo, Procuratore aggiunto di Agrigento. Per gli altri due imputati, Francesca Bonsignore e Carmelo Malfitano, l’accusa secondo quanto riporta l’AdnKronos, ha chiesto rispettivamente la condanna a cinque anni e a un anno e mezzo di carcere. Il processo proseguirà domani mattina con gli interventi dei legali di parte civile, l’assicurazione Unipol Sai, e poi si proseguirà il 27 ottobre.

SHARE