SHARE

“Un plauso ai magistrati e alle forze dell’ordine che ringrazio”. Così il sindaco di Licata, Angelo Cambiano, commenta con l’Adnkronos l’arresto dei due giovani ritenuti i responsabili dell’atto intimidatorio nei confronti del primo cittadino a cui lo scorso maggio era stata incendiata la casa di campagna. Secondo i magistrati i due avrebbero incendiato l’edificio in campagna per la decisione del primo cittadino di andare avanti con le demolizioni delle case abusive.

SHARE