Agrigento, misure di prevenzione respinte per l’imprenditore Marco Campione

Non è socialmente pericoloso e le sue attività imprenditoriali non hanno alcuna provenienza riconducibile alla criminalità organizzata: i giudici della seconda sezione misura di prevenzione rigettano tutte le richieste nei confronti dell’imprenditore Marco Campione. La notizia è riportata oggi dal Giornale di Sicilia. La Direzione distrettuale di Palermo aveva proposto la sorveglianza speciale per tre anni e la confisca di tutte la aziende riconducibili all’amministratore delegato di Girgenti Acque, il colosso imprenditoriale che gestisce il servizio idrico in gran parte del comuni della provincia di Agrigento.