VIDEO | Renzi a Palermo: “Se vince il Sì finisce stagione inciuci”

E’ durato poco piu’ di 40 minuti l’intervento di Matteo Renzi che dal palco del teatro Santa Cecilia dove ha parlato delle ragioni per il ‘si” al referendum. Il premier pernottera’ a Palermo, dove domani inaugurera’ l’anno accademico nel teatro Massimo, poi proseguira’ per altre tappe in Sicilia.
“Se non passa non ci sara’ alcun cataclisma, non arrivano le cavallette ma di certo non cambiera’ piu’ nulla per tanto tempo. Non dobbiamo perdere questa occasione”, ha insistito Renzi. “Non so se, come dicono, a Nord il Si’ e’ nettamente in vantaggio a differenza che nel Sud – ha proseguito – so solo che questo referendum non lo vinco io. O lo vinciamo tutti insieme oppure prevarranno coloro che sanno solo lamentarsi. A chi lancia accuse e fango, rispondiamo con un sorriso, dobbiamo essere pronti a discutere con tutti. Io ho affrontato un dibattito pure con Travaglio: di piu’ ragazzi…”, ha scherzato. “Chi sta personalizzando il dibattito, noi o loro?”, ha domandato il premier mostrando alcuni slogan della campagna per il No. “Le riforme servono a rimettere il Paese al passo coi tempi. E’ il momento in cui l’Italia deve avere il coraggio di guardare in faccia il proprio futuro. C’e’ una differenza profonda tra quelli di prima e quelli di adesso”.

Dopo aver chiuso il suo intervento, Matteo Renzi si e’ riunito a colloquio col segretario del Pd siciliano, Fausto Raciti, e alcuni parlamentari regionali dei democratici. Con Renzi anche il sottosegretario Davide Faraone. Alla riunione non e’ presente il governatore Rosario Crocetta, uscito dal teatro non appena il premier ha finito di parlare.