Liberi professionisti, appalti e Pa: giornata di studi ad Agrigento promossa dall’Ordine Architetti

Si è tenuta questa mattina, nella sede dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, una conferenza stampa per la presentazione del convegno sul tema: “I liberi professionisti, la Pubblica amministrazione ed il ‘Nuovo codice degli appalti’”, che si terrà martedì 25 ottobre nell’aula “Livatino” del Cupa. L’evento è stato presentato dai rappresentanti dei soggetti organizzatori: Giovanni Di Maida, vicepresidente del Consorzio universitario di Agrigento, Pietro Fiaccabrino, presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Agrigento e Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio nazionale degli architetti e presidente della “Fondazione Amf”.

Erano presenti anche gli architetti Giuseppe Mazzotta, responsabile del dipartimento Formazione dell’Ordine, Alfonso Cimino, responsabile del dipartimento Lavori pubblici dell’Ordine ed il segretario del Consiglio dell’Ordine Giuseppe Grimaldi. Tutti gli interventi, oltre ad anticipare gli importanti temi che saranno trattati nel corso della giornata di studi, sono stati convergenti nel sottolineare l’importanza assunta negli anni dalla collaborazione tra Consorzio universitario ed Ordine degli architetti agrigentini, a vantaggio del territorio.

Come anticipato, l’incontro organizzato dal Consorzio universitario di Agrigento, dall’Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento e dalla Fondazione “Architetti nel Mediterraneo”, è finalizzato ad un confronto sul nuovo “Codice degli appalti” e si articolerà in due sessioni. La prima, coordinata dall’avvocato Gaetano Armao, sarà riservata ai temi che interessano principalmente la pubblica amministrazione. La seconda, coordinata dall’architetto Alfonso Cimino, è riservata soprattutto ai temi che interessano i liberi professionisti e si incentrerà su etica e legalità. Nel corso della giornata interverranno autorità ed esperti del settore dei lavori pubblici (Pietro Fiaccabrino, Calogero Firetto, Duilio Alongi, Rino La Mendola, Vincenzo Palizzolo, Paolo Oreto, Pippo Accursio Oliveri, Vittorio Mastrorilli, Giuseppe Mazzotta, Riccardo Ursi, Gian Vito Graziano, Elio Caprì).