Referendum, Alfano: se vince il No il governo non cade il 5 dicembre

“Occorre votare “Si'” per l’esigenza di cambiare del nostro Paese. L’alternativa a questa riforma e’ nessuna riforma per altri vent’anni. Chi vota “No” per mandare a casa Renzi si tranquillizzi. Se vince il “No” questo governo non cade il 5 dicembre. Siamo riusciti a portare il Pil a +1%, siamo un Paese sicuro dove il turismo cresce anche grazie a questo del 10%, tutto questo e’ frutto del lavoro politico del governo”. Lo ha affermato il ministro dell’interno Angelino Alfano intervenuto oggi pomeriggio alla Spezia nell’ambito di un’iniziativa per spiegare la Riforma Costituzionale e il nuovo Senato delle Regioni, sostenendo il “Si'” al referendum del 4 dicembre. All’iniziativa hanno partecipato circa trecento persone. Sui costi della politica e sulla proposta del M5S di tagliare gli stipendi dei parlamentari, Alfano ha detto: “un’iniziativa che sta dentro l’ipocrisia dei grillini che credono di mettere in difficolta’ Renzi sul Referendum. Mi sono tolto lo stipendio da ministro, abbiamo gia’ tagliato del 30% lo stipendio dei parlamentari. Se vince il “Si'” vince ancora il buon senso, se vince il no di Berlusconi, Salvini, D’Alema, dell’estrema sinistra, del Movimento 5 Stelle a coglierne i frutti saranno solo i grillini e Salvini e questo non posso accettarlo”, ha detto Alfano secondo quanto riportato dall’Ansa.