Germania, esplosione alla Basf di Ludwigshafen: sale a 4 il bilancio dei morti

Il colosso tedesco della chimica BASF ha annunciato oggi (29 ottobre) il decesso di una della persone gravemente ferite nell’incidente del 17 ottobre scorso nel suo sito di Ludwigshafen, nell’ovest della Germania, portando a quattro il numero dei morti. “Questa mattina – viene spiegato nella nota – un membro dei pompieri di Basf gravemente ferito nell’esplosione del 17 ottobre non è sopravvissuto alle ferite” ha detto il gruppo in un comunicato. L’impianto di Ludwigshafen, sede di BASF, nel quale lavorano 36mila persone, a metà ottobre è stato devastato da un incendio a cui è seguita un’esplosione. Il bilancio precedente, fatto dall’azienda giovedì durante la presentazione della trimestrale, era di tre morti, otto feriti gravi e 22 feriti leggeri. L’incendio è scoppiato mentre degli appaltatori lavoravano su condutture che trasportavano gas liquido. L’esplosione è avvenuta dopo l’arrivo dei pompieri”.