Estorsione, la difesa di Arnone: “Estraneo ai fatti, è una vicenda squallida e inquietante”

“Mi stupisco fortemente perché l’indagato sin dal primo minuto che è chiamato in Questura ed ha questa qualità ha il diritto di avere un difensore. Abbiamo prodotto una serie di documenti ed è in corso la verbalizzazione dell’acquisizione dei documenti che, a mio modo di vedere, dimostrano l’estraneità dell’avvocato Arnone in questa squallida vicenda”. Lo ha affermato l’avvocato Arnaldo Faro, oggi all’uscita della Questura di Agrigento, subito dopo l’arresto in flagranza di reato, per estorsione, dell’avvocato Giuseppe Arnone. “Non mi risulta che ci siano accordi di 50 mila euro – ha aggiunto l’avvocato Faro secondo quanto riferisce l’Ansa -. Ci sono una serie di mail. Se ci sono assegni ancora non lo so. E’ una vicenda – ha sottolineato – inquietante. Molto inquietante”.