Agromafie, Coldiretti: ripulire le campagne dalla criminalità

“Bisogna ripulire le campagne dalla criminalità perchè il settore agricolo è un determinante volano economico”. Lo scrive in una nota Coldiretti Sicilia commentando l’operazione della Dia di Agrigento che nei giorni scorsi ha sequestrato fabbricati, quote parte di terreni, un’impresa individuale agricola e beni aziendali appartenenti a Salvatore Collura, in carcere per associazione mafiosa. “Negli ultimi anni – ha commentato la Coldiretti – si registra una recrudescenza delle agromafie nei comparti agricoli siciliani. Dall’abigeato, reato che sta mettendo in ginocchio molte aziende, al furto di macchinari e prodotto, ai cavi di rame che impediscono di mandare avanti l’azienda. Un giro d’affari vorticoso che ammonta a oltre cinque miliardi di euro che depaupera le aziende sane che combattono per investire e progredire anche in aree non molto servite da infrastrutture”.