Mafia, operazione Icaro: in 12 rinviati a giudizio, per altri 22 rito abbreviato

Rinviati a giudizio i dodici imputati che non hanno chiesto il giudizio abbreviato: primo riscontro giudiziario alla maxi operazione antimafia Icaro, eseguita dalla squadra mobile, che fra dicembre scorso e i mesi successivi, ha fatto scattare decine di arresti fra i presunti componenti delle nuove famiglie mafiose dell’Agrigentino.
La decisione di disporre l’approfondimento dibattimentale è del giudice dell’ udienza preliminare di Palermo, Roberto Riggio. La prima udienza, come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, è stata fissata per il 13 gennaio nell’aula bunker del carcere Petrusa. Il dibattimento si celebrerà davanti al collegio di giudici della prima sezione penale presieduta da Giuseppe Melisenda Giambertoni.

Sono stati rinviati a giudizio: Vincenzo Marrella, 41 anni; Vincenzo Marrella, 60 anni; Francesco Tortorici, 36 anni; Vito Campisi, 45 anni; Pasquale Schembri, 53 anni; Antonino Abate, 29 anni; Carmelo Bruno, 47 anni;  Roberto Carobene, 38 anni; Antonino Grimaldi, 55 anni; Gaspare Nino Secolonovo, 47 anni; Stefano Marrella, 41 anni, Ciro Tornatore, 80 anni;  Gli altri 22 indagati, invece, hanno scelto il processo col rito abbreviato.

Gli imputati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsioni, riciclaggio, danneggiamenti, detenzione illegale di armi da fuoco e relativo munizionamento, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, rapina aggravata dall’uso delle armi, tentato omicidio ed altro.

Saranno giudicati con il rito abbreviato, invece, Leonardo Marrella, 38 anni; Francesco Messina, 58 anni; Mauro Capizzi, 47 anni; Pasquale Schembri, 53 anni; Domenico Cucina, 48 anni, Rocco D’Aloisio, 46 anni, Piero Guzzardo, 37 anni, Gioacchino Cimino, di 61 anni, Domenico Bavetta, 34 anni; Santo Interrante, 34 anni; Francesco Pavia, 35 anni; Emanuele Riggio, 45 anni; Gioacchino Iacono, 36 anni; Giovanni Campo, 25 anni Pietro Campo, di 63 anni, Giuseppe Picillo, 53 anni;