Agroalimentare, al via il percorso per il riconoscimento del Pistacchio DOP di Raffadali

Si é svolta ieri nell’aula consiliare del Comune di Raffadali l’assemblea pubblica organizzata dall’associazione per la tutela del Pistacchio di Raffadali per dare il via all’iter del riconoscimento del marchio DOP. La denominazione di origine protetta, meglio nota con l’acronimo DOP, è un marchio di tutela giuridica della denominazione che viene attribuito dall’Unione europea agli alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente o esclusivamente dal territorio in cui sono stati prodotti.

“Un incontro molto partecipato – ha spiegato in una nota il prsidente dell’associazione per la tutela del Pistacchio di Raffadali Calogero Frenda – che ha visto la presenza di molti produttori, trasformatori, commercianti ed agricoltori, interessati alla filiera del Pistacchio, provenienti dai diversi Comuni della provincia di Agrigento. Oggetto dell’incontro, il riconoscimento del Pistacchio DOP di Raffadali, che se ottenuto, darebbe maggiore valore ad un prodotto che rappresenta un’eccellenza per il territorio agrigentino e che negli anni ha sempre avuto maggiore crescita e grazie alla qualità dei prodotti realizzati dai trasformatori che utilizzano questa materia prima, oggi è riconosciuto in tutto il mondo. Rilevanti e notevoli sono anche le proprietà organolettiche e nutritive del Pistacchio di Raffadali. L’adesione a questo percorso è aperta a tutti coloro che oggi appartengono alla filiera del Pistacchio e che vogliono investire su questo settore. Il nuovo Psr 2014/2020 potrà essere l’occasione giusta per migliorare ed accrescere questa filiera. Un progetto ambizioso ed un percorso che merita di essere seguito.