Casteltermini, lutto cittadino per il funerale di Carmelo Licata

Sarà proclamato il lutto cittadino a Casteltermini nel giorno del funerale di Carmelo Licata. “Non abbiamo mai proclamato il lutto cittadino, il nostro regolamento lo prevede soltanto per le autorità. In questo caso chiederò a tutte le attività di abbassare le saracinesche in segno di lutto, di raccoglimento, di rispetto per la tragedia che ha colpito la famiglia Licata e la comunità di Casteltermini tutta”. Lo ha dichiarato il sindaco di Casteltermini Nuccio Sapia, esprimendo il dolore di tutta la comunità castelterminese per la tragica morte di Carmelo Licata, 51 anni, impiegato regionale, sposato e padre di tre figli, molto conosciuto e apprezzato anche per il suo impegno nel mondo sociale e culturale, stimato dai colleghi per la sua generosità, tutti lo ricordano come una “persona d’oro”.
Carmelo Licata ha perso la vita venerdì sera in un tragico incidente stradale avvenuto sulla Ss 189 Palermo-Agrigento nei pressi dello svincolo di Comitini. Tre persone sono rimaste ferite. Nell’incidente sono rimaste coinvolte 5 auto. “Sono sconvolto. Come si fa ad accettare un dolore così grande. Carmelo, una persona speciale”, ha scritto Nicola Palmeri su Facebook dove sono centinaia i messaggi di rabbia e dolore e i pensieri in ricordo dell’amico tragicamente scomparso. “Che Dio ti benedica e dia a te il posto che meriti in paradiso!”, ha aggiunto Cinzia Fontanella. “Povero cristo, che fine immeritata. Che Dio sia con te”, è il messaggio di Franco Bruccoleri. “Speravo di aver fatto un altro brutto sogno e invece è realtà”, ha scritto Liliana Bonomo.
“Non ci sono parole, l’amico di tutti ci ha lasciato tragicamente, persona buona premurosa con tutti. Specialmente con i meno fortunati, una vita piena di sacrifici e poi. R.I.P Carmelo”, ha scritto Giuseppe De Carlo. “Caro Maestro Rip e da lassù continua a vegliare, come sempre hai fatto con onestà e grande sacrificio, sulla tua famiglia, tua moglie e i tuoi tre figli”, ha scritto Gaspare Forte. Così Giuseppe Magro Malosso: “Rimarrai sempre nei nostri cuori R.I.P. caro cugino”. E Calogero Jonathan Amato così ricorda l’amico: “L’umiltà e la semplicità erano le due vere sorgenti della Tua bellezza. Ciao Carmelo, fai buon viaggio amico mio”.