Pensioni, Poletti: sarà prorogata l’Opzione donna

“Abbiamo pochissimi margini di intervento per problemi di copertura ma su alcuni emendamenti penso che potremo dare una risposta positiva”: è quanto ha affermato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in merito alla riforma pensioni, conversando con i giornalisti in occasione di un convegno per i dieci anni di Assolavoro. In particolare, il ministro ha fatto presente che si potra’ intervenire sull'”opzione donna” per la soluzione del problema esodati e sui fondi contro la poverta’. Riguardo a opzione donna, Poletti ha fatto presente che si pensa di recuperare il terzo trimestre dello scorso anno, in pratica potranno usufruire del pensionamento anticipato coloro che avranno maturato tali requisiti entro il 2015. Poletti ha poi auspicato che venga approvato l’emendamento che sposta 150 milioni dall’asdi (assegno di disoccupazione) al fondo poverta’ che ha gia’ a disposizione un miliardo. Se poi si aggiungono le risorse previste per gli interventi della disoccupazione attiva, “nel 2017 il fondo poverta’ dovrebbe avere a disposizione oltre 1,5 miliardi”. Riguardo al problema degli esodati Poletti, secondo quanto riporta l’Agi, ha auspicato che si possa concludere positivamente questa vicenda: “proviamo a risolverla con una sostanziale conclusione”. Interpellato poi sul tema del convegno, Poletti ha fatto presente che “si lavora con le agenzie perche’ la collaborazione fra pubblico e privato produca i risultati migliori, dieci anni di storia – ha detto ancora – sono un passaggio importante”.