Nubifragio e danni nell’Agrigentino, La Rocca: dichiarare stato di emergenza

“Risultano ingenti i danni registrati nel nostro territorio a causa del nubifragio di ieri che ha maggiormente colpito Ribera e Sciacca, ma anche i comuni del Belice e altri centri come Cianciana, Bivona, Santo Stefano Quisquina, Caltabellotta, Calamonaci. Strade dissestate, locali allagate, coltivazioni danneggiate sono i devastanti effetti dell’alluvione che dopo Licata sta mettendo a dura prova anche altre zone dell’Agrigentino.

E’ indispensabile attivarsi sin da subito per la dichiarazione dello stato di emergenza e poi per il riconoscimento dello stato di calamità, è fondamentale in questo momento non lasciare da sole le popolazioni colpite e gli amministratori del territorio”.

Lo ha detto la deputata regionale Margherita La Rocca Ruvolo, del gruppo “Centristi per la Sicilia”, a margine dell’incontro di oggi a Ribera con il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta e i sindaci dei comuni più colpiti dal nubifragio di ieri che ha provocato esondazioni di torrenti e fiumi, smottamenti e frane.