Agrigento, denunciato per truffa dipendente Parco archeologico Valle dei Templi

Avrebbe ritirato i biglietti d’accesso dei turisti alla Valle dei Templi, riferendo che servivano per una inesistente statistica per conto dell’Unesco, per poi rivenderli ad altri visitatori procurandosi così un ingiusto profitto. E’ quella di truffa aggravata ai danni di ente pubblico l’ipotesi di reato di cui dovrà rispondere un impiegato del Parco archeologico di Agrigento – si tratta di A. B. – denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica. Del fascicolo di inchiesta si sta occupando il sostituto procuratore Alessandro Macaluso. A chiamare il 112 è stato un visitatore insospettito dall’inusuale ritiro di quei biglietti. I carabinieri, ricostruendo l’accaduto, hanno appreso che il raggiro, contestualmente, era stato effettuato nei confronti di altri visitatori. Rintracciato, dunque, il dipendente del Parco archeologico e’ scattata la perquisizione personale e veicolare e sotto il tappetino posteriore, lato guida, della sua autovettura, sono stati trovati i biglietti privi di matrice gia’ emessi per l’ingresso alla Valle dei Templi.