Si lamenta per “matita cancellabile” al referendum, donna denunciata a San Biagio Platani

I militari della Stazione Carabinieri di San Biagio Platani, in esito ad attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà T.M.F. per interruzione di pubblico servizio e procurato allarme. I fatti si riferiscono alla data del 4 dicembre scorso quando, all’interno della Scuola Media “Padre Fedele Tirrito” in occasione delle operazioni di voto in atto presso quella sezione n. 5, la predetta dopo aver espresso la preferenza all’interno della cabina elettorale, ne usciva lamentando con fare irruento ed impulsivo la non “indelebilità” della matita utilizzata. Nella circostanza, la stessa, a più riprese, costringeva ad intervenire militari e addetti alle votazioni causando di fatto la momentanea interruzione delle attività di voto.