VIDEO | Tragedia a Cattolica Eraclea, commossa veglia di preghiera in ricordo di Liborio Campione

E’ stato ricordato questa sera con una commossa veglia nella chiesa del Collegio Liborio Campione, il cinquantenne disoccupato ucciso, nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, da un incendio divampato nel capannone comunale di contrada Balate in cui l’uomo, che viveva nelle stanze inizialmente riservate al custode, risultava addirittura residente. Ecco le preghiere in ricordo di Liborio pronunciate durante la veglia promossa dall’arciprete don Nino Giarraputo, dal parroco don Giuseppe Miliziano e dalle suore insieme ai volontari, ai responsabili e ai commensali della mensa di solidarietà.

LA FEDE. Liborio ha risposto prontamente alla chiamata del Signore e per tutta la vita si è affidato totalmente a Lui, traendo da Lui la forza per vivere. Affidiamo a Liborio la Misericordia del Padre.

L’ATTENZIONE AI PIU’ DEBOLI. Liborio ha sempre avuto un’attenzione particolare verso le persone più piccole, i malati, gli anziani, per i commensali e per i volontari della Mensa. Preghiamo perché ognuno di noi impari a riconoscere il volto di Gesù nei nostri fratelli più piccoli e più fragili e affidiamo Liborio alla Misericordia del Padre.

LA GIOIA. in ogni ambito della sua vita, Liborio ha saputo coniugare la serietà e l’impegno con la gioia, la simpatia, l’ironia, il sorriso sempre sulle labbra. Preghiamo perché impariamo a portare la gioia di Cristo alle persone che incontriamo nella nostra vita e affidiamo Liborio alla Misericordia del Padre.

Una veglia per “non lasciarlo ulteriormente solo, il Signore lo ha accolto in paradiso”, ha detto l’arciprete  spiegando che il feretro rimarrà nella chiesa del Collegio fino a lunedì, quando nella chiesa del Rosario, alle 15.30, sarà celebrato il funerale dell’uomo che tutti conoscevano come una brava persona, socievole, allegra nonostante le avversità della vita, che si dava in qualche modo da fare e sempre insieme al suo cane a cui forse voleva bene più che a se stesso. Fino all’ultimo respiro, prima di morire soffocato dal rogo Liborio ha pensato al suo cane e lo avrebbe salvato, lui però tra le fiamme, che forse ha cercato di spegnere, ha perso tragicamente la vita.