Pensioni, lavoro, Sud, Gentiloni: daremo risposte credibii

Il primo compito del governo Gentiloni è “continuare la eccezionale opera di riforma e modernizzazione fatta in questi anni. Non c’è dubbio, io credo: si possono avere opinioni diverse, si possono legittimamente criticare queste riforme e cambiamenti. Ma sul fatto che c’è una mole di innovazione da portare avanti non vi è alcun dubbio. Ci viene riconosciuto dai cittadini italiani e in sede internazionale. E sarebbe assurdo che un governo che molti critici accusano di eccesso di continuità, pensasse che completare il percorso di riforma non è il suo compito principale. Giustizia, diritti, norme sulle pensioni, innovazione”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni oggi nel suo intervento in Senato.
A proposito di riforma pensioni, il presidente dell’Inps, Tito Boeri chiede al governo che i criteri per la definizione dei lavori usuranti e gravosi siano “rigorosi” e guardino ai tassi di mortalita’ in queste categorie. “Bisogna usare – ha detto a margine della presentazione di uno studio dell’Ordine degli attuari sui tassi di mortalita’ dei percettori di rendita in Italia – criteri obiettivi. Bisogna guardare al rischio di mortalita’. Dovremmo fare uno studio sulla speranza di vita delle categorie indicate nella legge di bilancio”.