Rifiuti, il Comune di Siculiana punta alla gestione diretta del servizio per ridurre i costi

Punti di vista differenti ieri durante l’assemblea dei Sindaci facenti parte della SRR ATO 4 AG Est. Durante la riunione della SRR, il Sindaco del Comune di Siculiana, Leonardo Lauricella, in maniera determinata, ha sostenuto la volontà dell’Amministarzione Comunale di optare per la “gestione diretta del servizio integrato dei rifiuti” nel territorio comunale, contro la proposta del CDA della SRR, presieduto dall’avv. Nuccio Sapia, che, invece, proponeva di gestire il Servizio in house.

La proposta del Sindaco Lauricella – si legge in una nota – è stata sostenuta dalle seguenti motivazioni: esigenza di ridurre la tassa dei rifiuti per venire incontro alle legittime richieste dei cittadini sempre più gravati da tasse e tributi; dare continuità e coerenza ad un percorso già avviato dal Comune di Siculiana, unitamente al Comune di Montallegro, con la costituzione dell’ARO (ambito raccolta ottimale), in cui era stata già dichiarata la volontà di procedere alla gestione diretta del servizio; percorso, tra l’altro, riconosciuto legittimo dall’ANAC e dal Consiglio di stato; utilizzare gli operai ed i netturbini in servizio presso il Comune di Siculiana, fermo restando l’obbligo di partecipare alle spese di gestione e di utilizzare il personale della SRR nella misura occorrente.

Il Sindaco Lauricella, forte di tali argomentazioni, sostenute anche dall’Assessore all’ambiente Enzo Zambito e dal dirigente l’ufficio tecnico geom. Laureato Tuttolomondo, entrambi presenti, ha diffidato l’assemblea e il CDA ad adottare provvedimenti che andassero nella direzione opposta o comunque diversa, rispetto alla sua proposta, che si precisa é quella di procedere alla gestione diretta del servizio dei rifiuti, scongiurando così il rischio di dare vita ad altri “carrozzoni” che, come le ultime esperienze ci insegnano, creano solamente disservizi e costi insostenibili per i nostri cittadini.