Arte tra i Monti Sicani, colori ed emozioni di Sicilia nelle tele di Cocchiara a Parisi

Weekend all’insegna dell’arte tra i Monti Sicani. E’ stata inaugurata nell’auditorium della Concezione di Bivona la mostra di pittura di Domenico Cocchiara e del giovanissimo Raffaele Parisi visitabile per tutto il periodo delle festività natalizie. Domenico Cocchiara, docente di lettere e artista, da una vita si dedica all’arte e alla conoscenza. I colori della Sicilia, della sua Bivona, sono i colori primari da cui è nata la sua ultima intensa produzione ora in mostra. Nei suoi dipinti “le emozioni suscitate dalla visione di paesi inerpicati su cime tutte da conquistare nel suo peregrinare lungo i sentieri che conducono a mura e muri intonacati dalla storia. Sono attratto – racconta l’artista bivonese al Giornale di Sicilia – dalla magia della spatola, dal suo scivolare sulla tela, cerco attraverso la materia di creare suggestioni cromatiche che rimandano al paesaggio”. Le sue opere si trovano in diverse collezioni pubbliche e private, ha esposto negli anni in varie collettive di pregio. “Davanti al tempio della Concordia – racconta Cocchiara ricordando le sue esperienze artistiche – ho dipinto un quadro dedicato ai migranti, cogliendo il massaggio di Papa Francesco di non aderire alla globalizzazione dell’indifferenza. Ho inviato una foto dell’opera al Santo Padre ricevendo risposta di avvenuta consegna da parte della segreteria di Stato Vaticana”.

panepintomostraRaffaele Parisi è invece un giovanissimo artista bivonese di 16 anni e “prima ancora che imparasse ad usare le posate, traspariva in lui una spiccatissima propensione all’arte pittorica realizzando disegni e pitture al di sopra della sua età”, racconta di lui il padre Vincenzo. Il giovane artista, abile al pianoforte oltre che col pennello, ha già partecipato a diverse estemporanee di pittura confrontandosi con pittori ben più maturi di lui. “L’arte – racconta – è per me come l’aria, senza non potrei vivere. Continuo la mia sperimentazione e la mia crescita pittorica e musicale approfittando di tutto il tempo che lo studio mi lascia, dipingendo suonando e facendo lunghe passeggiate per i Monti Sicani, dai quali traggo quella magia misteriosa e arcaica che poi fluisce nelle mie creazioni”.

Una mostra, quella di Cocchiara e Parisi, che s’inserisce nel contesto dell’evento“Vibrazioni Sicane” tra performance, mostre, concerti e riconoscimenti a personalità del mondo dell’arte e della musica che hanno deciso di vivere nell’area dei Monti Sicani e in particolare a Cianciana. Nel Chiostro di Santa Rita inaugurata la mostra di Salvatore Giallombardo. Ad inaugurare l’evento, promosso dal Comune in collaborazione con la scuola “Lo Nigro” e l’ente “Parco dei Monti Sicani”, il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone. “Vedere ragazzi di 16 anni che trovano passione nel dipingere è un fatto importante, è bello essere qui a vedere questa passione coltivata, naturalmente – ha detto Faraone – è poi compito nostro dare priorità a queste materie nell’insegnamento a scuola. Quelle artistiche sono state considerate sempre materie di serie b, mentre noi siamo geni nel mondo con la nostra arte, la nostra cultura, che devono avere priorità nella nostra scuola”. “I dipinti di Domenico Cocchiara e Raffaele Parisi, insieme alle foto di Salvatore Giallombardo – ha detto il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto – raccontano le ‘vibrazioni sicane’ non solo in musica ma con le arti figurative, mostrando i colori di un territorio pieno di bellezza”.