Agrigento, Distretto turistico: “Tassa di soggiorno arbitraria, grave violazione regole”

“Il Distretto turistico prende atto della volontà del suo presidente, Lillo Firetto, di procedere come sindaco del Comune di Agrigento con una diffida nei confronti dei titolari delle strutture ricettive per questa grave violazione delle regole e ne condivide appieno la decisione. Lo abbiamo già affermato in più occasioni: siamo contrari ad ogni forma di speculazione e chiediamo da parte di tutti il rispetto delle regole. Banali espedienti contro legge creano un danno all’immagine della città ed in particolare alla qualità dell’intero sistema dell’ospitalità agrigentina. Auspichiamo che si faccia luce subito sulla vicenda e che le responsabilità siano accertate”. Così l’amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, sull’applicazione in modo arbitrario da parte di alcune strutture ricettive di somme fino a 10 euro quale tassa di soggiorno.