Sicilia, Ars approva esercizio provvisorio e ddl precari

Approvato dall’Ars il ddl che autorizza la Regione all’esercizio provvisorio per due mesi. Il testo è passato con 41 voti favorevoli, 12 contrari e 3 astenuti. “In questo modo vogliamo avere la possibilità a febbraio di varare una manovra finanziaria che non guardi solo alle emergenze ma che contenga misure concrete a sostegno delle fasce più deboli e delle categorie produttive, per favorire lo sviluppo dell’Isola attraverso un pieno utilizzo dei fondi comunitari ed extraregionali”, hanno commentato il presidente del gruppo del Pd all’Ars, Alice Anselmo, e il vice presidente Giovanni Panepinto. Via libera dall’Assemblea regionale siciliana anche al disegno di legge sulla proroga dei precari degli Enti locali in Sicilia. Con 49 voti a favore, nessun voto contrario e 14 astenuti Sala d’Ercole ha approvato il testo, composto da sette articoli, che apre la strada al percorso di stabilizzazione di questo personale. Semaforo verde anche al contestato articolo 3 del disegno di legge che di fatto lascia aperta la possibilità per Regioni e Comuni di fare nuove assunzioni con contratti di lavoro flessibile se “tra il personale a tempo determinato o di lavoro subordinato non siano presenti figure professionali necessarie all’espletamento delle funzioni e dei servizi istituzionali”. Domani alle 12 è stato convocato il Consiglio di presidenza dell’Ars. I lavori di Sala d’Ercole, invece, sono stati rinviati al 10 gennaio alle 16. Sempre il 10 gennaio, alle 12, invece, è convocata la conferenza dei capigruppo.