Elezioni 2017 a Comitini, il sindaco Raneri non si ricandida: “Lascio la palla agli altri”

“Non mi ricandido, lascio palla agli altri”. Così il sindaco di Comitini, Felice Raneri, in vista delle elezioni amministrative del maggio prossimo, annuncia di non ricandidarsi per dedicarsi ai suoi impegni professionali da agente di commercio. “Resterò vicino al gruppo che mi ha sostenuto, entro la fine di gennaio sarà ufficializzato il nostro candidato a sindaco”. Ancora nomi non se ne fanno: “Ci sono degli orientamenti ma ancora niente di ufficiale”, ha detto il sindaco. “L’orientamento – spiega – è che dal gruppo di centro-sinistra che ha sostenuto la mia esperienza uscirà il candidato, sarà un candidato forte, questo lo posso anticipare”. Il candidato a sindaco potrebbe essere un uomo del Pd. Dal fronte opposto ancora nessuna notizia. Alle elezioni del 2012 Felice Raneri conquistò 373 voti (49,14%) battendo il candidato Salvatore Bruno che ottenne 349 consensi (45,98%).
Elezioni amministrative 2017, sono 11 i comuni della provincia di Agrigento chiamati al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. Andranno alle urne i cittadini elettori di Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Montallegro, Santa Margherita Belice, Sciacca e Villafranca Sicula. Alcuni sindaci sono pronti a ricandidarsi, altri hanno deciso di non ricandidarsi (come per esempio il sindaco di Montallegro Pietro Baglio), alcuni non si possono ricandidare essendo già al secondo mandato: come il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto e quello di Casteltermini Nuccio Sapia.