Elezioni 2017 ad Aragona, il sindaco Parello verso la ricandidatura: “Centrati i punti del programma”

“Ho lavorato con tutta la coalizione che fino ad oggi mi ha sostenuto e la mia intenzione sarebbe quella di ricandidarmi”. Così il sindaco di Aragona, Salvatore Parello, interpellato in vista delle elezioni amministrative che si svolgeranno ad Aragona. “Stiamo lavorando per continuare il progetto avviato cinque anni fa, abbiamo perso qualcuno per strada, altri hanno condiviso il nostro progetto e intendiamo andare avanti su questa strada. Diversi punti del programma li abbiamo centrati: l’apertura della piscina, il centro sociale è stato avviato, la via principale d’ingresso è stata riqualificata, col Patto per il Sud diversi progetti che avevamo messo in cantiere sono stati finanziati, tra un po’ di giorni inizieranno i lavori per l’allargamento del cimitero comunale, sono stati avviati i lavori di riqualificazione della scuola Scifo. Intendiamo procedere in questa direzione”, ha detto il sindaco Parello pronto a ricandidarsi. Al momento non sembrano esserci nomi di altri candidati a sindaco di Aragona.

Elezioni amministrative 2017, sono 11 i comuni della provincia di Agrigento chiamati al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. Andranno alle urne i cittadini elettori di Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Montallegro, Santa Margherita Belice, Sciacca e Villafranca Sicula. Alcuni sindaci sono pronti a ricandidarsi, altri hanno deciso di non ricandidarsi (come per esempio il sindaco di Montallegro Pietro Baglio), altri devono ancora sciogliere la riserva (come il sindaco di Cattolica Eraclea Nicolò Termine), alcuni non si possono ricandidare essendo già al secondo mandato: come il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto e quello di Casteltermini Nuccio Sapia.