VIDEO | Montevago, fiaccolata per il 49° anniversario del terremoto e contro lincenziamenti Calcestruzzi Belice

Quarantanove anni dal terremoto e ancora si parla di ricostruzione e di sviluppo. Hanno preso il via, ieri, le manifestazioni in occasione del 49esimo anniversario del terremoto nel Belice, che nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968 seminò morte e distruzione, causando circa 370 vittime, un migliaio di feriti e 70 mila sfollati e che rase completamente al suolo alcuni paesi come Montevago, Gibellina e Salaparuta. Una ferita non ancora completamente rimarginata. E, nel segno della memoria, manifestazioni si sussegueranno nei comuni di Partanna, Gibellina, Salaparuta, Poggioreale, Montevago, Santa Margherita Belice, Santa Ninfa e Sambuca di Sicilia.

Una fiaccolata si è svolta stasera a Montevago, ha partecipato anche il cardinale Francesco Montenegro. Occasione utile per dire no ai licenziamenti della Calcestruzzi Belice, presenti all’iniziativa anche lavoratori e i rappresentanti dei sindacati.

“Questa fiaccolata era stata organizzata in memoria delle vittime del quarantanovesimo anniversario del terremoto del Belice che furono 400. Solo a Montevago furono 100. La fiaccolata serve anche a perorare la causa dei lavoratori. Abbiamo avuto solidarietà di Libera, della Calcestruzzi Ericina, il sindacato ha tenuto la spalla ai lavoratori, dell’arcivescovo Montenegro, dei sindaci del comprensorio. Vogliamo protestare in maniera silenziosa, con la schiena dritta, perché non si può perdere il lavoro per qualche distrazione”. Così il sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo nel corso dell’intervento dopo la deposizione di una corona di allora davanti al monumento dedicato alle vittime del terremoto che nel 1968 devastò il Belice.

Per i 49 anni dal terremoto, la Fondazione Orestiadi di Gibellina organizza per domenica 15 gennaio, alle 11.30, un momento di ricordo alla presenza del presidente della Regione, Rosario Crocetta, e del presidente della Fondazione, Calogero Pumilia. Saranno presenti anche i sindaci dei Comuni della Valle del Belice. Dopo il momento di ricordo, il presidente della Regione e della Fondazione visiteranno il Museo delle Trame della Fondazione Orestiadi, il Museo Civico di Gibellina e alcuni luoghi simbolo della ricostruzione.